Effetto tattoo

Quanto può essere sensuale un abito da sposa?

La tendenza è di quelle potenti e audaci. Apparire avvolte nel tulle trasparente, con la schiena o le spalle coperte solo da trine sparse, in una sorta di bianco tatuaggio floreale, è decisamente una scelta coraggiosa. Ma affascinante. Cede il passo all’immagine angelica della sposa per spruzzare su tanto candore un po’ di profumata sensualità. Di sicuro, l’effetto tatuaggio è molto artistico e di impatto certo, sia sullo sposo sia sugli invitati. Ma quali sono i modelli più in voga? E soprattutto, qual è la linea di demarcazione per non travalicare nell’eccesso?

Di solito, il ricamo è cucito su una base di tulle trasparente e può essere più o meno rarefatto. Molto in voga i modelli in tulle trasparente con una fila di bottoncini che percorrono la schiena, adornandola di ricami solo alle estremità. Perfetti con una pettinatura raccolta in quanto iper romatici e idonei a fisici longilinei. Altrettanto conturbanti, le decorazioni che sembrano poggiate sulle spalle nascondendo le spalline e armonizzando con la pelle, sempre grazie alla natura eterea del tulle che stende il suo velo sottile. Ad esempio, gli abiti con corpetto senza spalline ben si prestano a questo gioco di ricami solo sul fianco: in alternativa ai ricami, anche piccole roselline di tulle esercitano la stessa fascinazione. Sensualissimo, l’effetto tattoo sulle lunghe maniche strette che avvolgono il braccio fino al polso, solitamente fedeli compagi delle fogge sirena.

Ma fino a dove si può spingere l’audacia della sposa? Dipende dalla personalità. Alcuni abiti spingono la gentile provocazione fino alla soglia del consentito, portando il ricamo a coprire solo le coppe del seno come una sorta di “conchiglia”. Al fine di scongiurare liti selvagge con il futuro marito suggeriamo di non indossare (perlomeno nella navata di una chiesa) il modello che l’attrice e celeb spagnola Cristina Pedroche ha indossato l’ultimo San Silvestro e che ha richiesto più di 244 ore di lavoro per coprire il minimo indispensabile! Una tuta in voile di pizzo chantilly trasparente, che lascia il corpo completamente nudo coprendo solo alcuni punti strategici, nascosti con cristalli ricamati a mano!

In foto, l'attrice Cristina Pedroche e alcuni modelli Valentini, Pronovias e Nicole.

Informativa estesa sull'uso dei cookies